". ". comunicati stampa
Submit your 
content Every Day to 25 social 
bookmarking sites, all on unique 
C class IPs... FREE. ISCRIVITI SUBITO AL SITO GEMELLO DI COMUNICATISTAMPA: http://comunicatigratis.blogspot.com/

giovedì 21 giugno 2018

Condizionatore, servosterzo e airbag: ecco gli optional cui non potremmo più rinunciare



Le nostre automobili sono sempre più accessoriate; ma qual è l’optional cui non riuscireste più a rinunciare, quello che odiate a tal punto da desiderare non fosse mai stato inventato e, al contrario, quello che vorreste fosse montato di serie in tutte le auto? Facile.it, il principale sito italiano di confronto assicurativo lo ha chiesto* ad un campione di oltre 1.000 utenti del sito ed ecco cosa è emerso.
I più amati
Forse per via dell’estate ormai dietro l’angolo o perché i viaggi fatti con i finestrini sempre aperti erano oggettivamente piuttosto scomodi, fatto sta che l’optional cui non possiamo più rinunciare è, per la stragrande maggioranza degli intervistati, il condizionatore e, in barba ai facili stereotipi climatici, le percentuali sono pressoché identiche nel campione femminile e maschile; non ne possono più fare a meno il 57,97% degli uomini, ma anche il 57,89% delle donne.
Al secondo posto, fra gli optional senza i quali ci sentiamo persi, si trova il servosterzo. Se a livello complessivo non hanno alcuna intenzione di fare palestra al volante il 47,66% degli intervistati, curiosamente questa volta fra gli uomini il dato sale notevolmente, arrivando fino al 52,17%, mentre fra le donne si ferma al 39,47%.
Fra gli optional ritenuti ormai indispensabili, la medaglia di bronzo va a quello che fu una vera e propria rivoluzione in termini di sicurezza in auto; l’airbag. Il cuscino salvavita arriva terzo con il 38,32% delle preferenze, ma se le donne gli assegnano addirittura il secondo posto (47,37%), gli uomini lo lasciano invece fuori dal podio e gli attribuiscono il quarto posto (33,3%) preferendogli l’ABS, terzo nel campione maschile con il 34,78%. Quarta, fra le donne, la radio con CD e lettore Mp3 (36,84%).
I più odiati
Se fino a qui abbiamo visto quali sono gli optional più amati, adesso è arrivato il momento di vedere l’altra faccia della medaglia ovvero quelli che si vorrebbe non fossero mai stati inventati. Il primo posto, in questa classifica alla rovescia, se lo aggiudica il cambio automatico che con il 37,96% delle NON preferenze stacca notevolmente i comandi radio integrati nel volante, secondi ma a quasi 10 punti percentuali di distanza (28,7%). Terzo posto, nella classifica degli optional meno amati dagli intervistati, per il cruise control (26,85%). Pare evidente, scorrendo i dati, che gli italiani vogliano riprendere in qualche modo il comando della propria auto, anche a rischio di sbagliare strada. Ecco quindi che al quarto posto si trova il navigatore integrato (23,15%).
Quelli che vorremmo
L’ultima parte del questionario di Facile.it era invece dedicato agli optional che, magari pur già disponibili, ancora non sono di serie sulle automobili, ma gli italiani vorrebbero diventassero obbligatori. In questo caso, più che al comfort, pare si pensi alla salvaguardia delle vite umane e primo, con oltre il 52% delle preferenze, risulta il sensore che avverte in caso si lasci il bambino sul seggiolino con macchina chiusa, che precede l’alcolock, ovvero il dispositivo che blocca il veicolo in caso di eccessivo tasso alcolemico del guidatore, secondo con il 49,07% delle preferenze. Terzo posto per un altro strumento che sarebbe molto utile nella diffusione di uno stile di guida consapevole; il rilevatore automatico di stanchezza del conducente (40,74%).

L’indagine è stata condotta a giugno 2018 attraverso l’invio di un questionario online ad un campione di utilizzatori della piattaforma Facile.it




Mirco Pigreco - Ride EP (Petra Beat Records)

Mirco Pigreco - Ride EP (Petra Beat Records) 

"Never Tired", la traccia che apre "Ride", il nuovo EP del dj producer italiano Mirko Pigreco per Petra Beat Records è uno di quei treni che non dà scampo. Muovere almeno la testa è a tempo è necessario. E' impossibile non farlo. "Ride", il brano che dà il titolo a questo progetto, è un pizzico più veloce ed è ancora più ipnotica. Tra synth ed uno strano pianoforte ed altri suoni acustici che entrano di tanto in tanto... è una di quelle tracce che fanno viaggiare con la mente e con le orecchie. "The Road to Freedom", la terza traccia, è un altro viaggio, questa volta a colpi di echi di charleston e ride. Con Mirko Pigreco, si sa, è così. Ogni singolo progetto è universo musicale in cui perdersi è bellissimo. Mirko Pigreco è uno dei talenti più vivaci dell'ormai piuttosto conosciuta "scuderia" Petra Beat Records e per quello che riguarda la comunicazione collabora anche con l'agenzia italiana Kumusic. 

Mirko Pigreco - Ride (Petra Beat Records)

ENGLISH /// Mirco Pigreco - Ride EP (Petra Beat Records) /// The Italian dj producer Mirko Pigreco shows his talent in his brand new 3 tracks EP called 'Ride'. Sounds and syncopated rhythms make the three tracks really interesting and ready for the dancefloor. The groove is strong, your body and your mind will be accompanied in perfect dancing nights with these tracks.

Mirko Pigreco - Ride (Petra Beat Records)



/// from ltc lorenzo tiezzi comunicazione /// lorenzotiezzi.it: his res photos & infos /// please check alladiscoteca.com our clubbing blog /// +393393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it /// no spam: basta comunicati? rispondici UNSUBSCRIBE (decreto legislativo n. 196/2003) - (GDPR – Regolamento UE 2016/679) ///



Meet Music 25 - 27/6 Follonica (GR): il meeting per dj, produttori e nuovi talenti mette sul palco Claudio Coccoluto, Andrea Pellizzari, David Cicchella (Samsara Beach), Shorty (Radio Deejay)...

Meet Music 25 - 27/6 Follonica (GR): il meeting per dj,  produttori e nuovi talenti mette sul palco Claudio Coccoluto, Andrea Pellizzari, David Cicchella (Samsara Beach), Shorty (Radio Deejay)... 


Al Teatro Fonderia Leopolda di Follonica (GR) dal 25 al 27 giugno va in scena la seconda edizione di Meet Music, meeting nazionale dedicato a dj, produttori e a chi vuol diventarlo. Sono tre giorni di incontri dedicati al music business, alla professione del dj (djing), alla produzione discografica e a tutto ciò che ruota intorno all'universo della musica che fa ballare. La partecipazione ai tre giorni dell'evento, dedicato sia ai giovani sia ai professionisti, è totalmente gratuita, basta prenotarsi sul sito ufficiale - 


La qualità e la quantità degli speaker che partecipano all'edizione 2018 di Meet Music è davvero alta, ed è cresciuta rispetto al già positivo esordio del 2017. Resta infatti tanta voglia di incontrarsi, almeno una volta l'anno, da parte di chi già oggi ogni giorno lavora con la musica… Il mondo dell'intrattenimento resta spesso fin troppo lontano da chi vorrebbe trasformare in un vero lavoro la loro passione. Il centro di Meet Music è infatti il contatto diretto, senza filtri, tra chi, sia pure con ruolo diversi, è comunque legato a doppio filo con musica, passione e intrattenimento. 

Meet Music si rivolge a tutte quelle persone che hanno domande specifiche sulla professione del dj e sulla produzione discografica ma non sanno a chi farle. Ad ideare la manifestazione è il dj producer toscano Luca Guerrieri, originario proprio di Follonica, un professionista con oltre vent'anni di carriera alle sue spalle che in questa manifestazione collettiva ha coinvolto colleghi e amici. 

Meet Music va in scena dal 25 al 27 giugno 2018, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, con tanti speaker sul palco, a scambiarsi esperienze. Tutto il programma è disponibile sul sito ufficiale dell'evento https://www.meetmusic.it/speakers-e-programma/. Qui diamo solo alcuni spunti, per raccontare un programma davvero molto ricco.

 La giornata di lunedì 25 giugno è dedicata al lavoro del dj

Apre la manifestazione l'incontro tra due titolari gestori di locali di grande esperienza: David Cicchella, tra i soci di Samsara Beach, una delle poche realtà italiane ad aver davvero innovato il divertimento italiano e Peppe Russo del Music on the Rocks, storico club di Positano. Con loro sul palco anche Federico Scavo, uno dei dj producer italiani più attivi anche all'estero. Dalle 12 alle 13 la parola passa ad Andrea Pellizzari: conosciutissimo per la sue esperienza tv (Le Iene, Mr. Brown etc), è prima di tutto un dj di grande esperienza che ha contribuito tra l'altro a creare Mamacita, uno dei party  di maggior successo in Italia e non solo. Nel pomeriggio sul palco si alternano tra gli altri Shorty, tecnico di Albertino nel suo programma a Radio Deejay e produttori e Claudio Coccoluto, vera leggenda del clubbing italiano. 

Martedì 26 giugno, è invece dedicato alla produzione discografica, anche in senso tecnico ed artistico

Sul palco si alternano produttori come Marco Lys, Alex Kenji, Max Zotti e Gianni Bini. Nel pomeriggio, inoltre, sono protagonisti gli A&R di importanti label come Area 94, Hotfingers, Ocean Trax: ascolteranno i brani pervenuti a info@meetmusic.it... e magari proporranno un vero contratto discografico agli artisti. 

Il terzo giorno di Meet Music, il 27 giugno, è dedicato ancora alla musica, ma anche alla comunicazione (social, marketing, etc) e pure ad alcune fondamentali regole del diritto d'autore (SIAE)

Sul palco al mattino si alternano tra gli altri Nello Greco e Alex Tripi aka The ReLOUD, creatori di Jagermusic Lab, uno dei contest per dj più importanti in Italia e Jacopo Bertolini (Kumusic, agenzia di promo / advertising per dj, label, club) e Diego Donati. Insieme hanno creato IDOL, un party che nell'estate 2018 prende vita al Sankeys di Ibiza, al Titilla / Cocoricò e pure in altri club. Più tardi, dopo interventi dedicati a Social, SIAE e musica, si torna ad ascoltare musica, per scoprire nuovi talenti. Questa volta sul palco ci sono gli A&R di Natura Viva, Claps Records, Reshape e Airplane Records. 

E la sera? Sono previsti anche tre party al Ganesh, vivace ritrovo non lontano dalla bella spiaggia di Follonica, così da trasformare, magari, la teoria in pratica... Si balla lunedì, martedì e mercoledì sera, 

Speaker Meet Music 2018

Giancarlo Lanza (Ableton Live Certified trainer)
Max Zotti (Dj, Produttore e Art Director del Music on The Rock - Positano)
Gianni Bini (Dj, Produttore e Sound Engineering)
Marco Lys (Dj e produttore)
Federico Scavo (Dj, Produttore e proprietario della label Area 94)
Danilo Seclì (Dj, produttore e dj resident di Samsara Beach) 
Alex Kenji (Dj, Produttore e proprietario della label Hotfingers)
Shorty (Dj, Produttore e Sound Engineering a Radio Deejay)
Alex Marton (Produttore Artistico, compositore, arrangiatore, autore e titolare del Firstline studio)
Franco Fraccastoro (Education Development e Product Specialist per la Steinberg Media Tech)
Andrea Pellizzari (Dj, Produttore e Showman)
Claudio Coccoluto (Dj e produttore)
The Reloud (Dj, Produttori e proprietari della Mat Academy)
Jacopo Bertolini (titolare dell'agenzia di promo / advertising Kumusic)
Ricky Fara (Creative Content Marketing, Art Director, Dj e Produttore)
Francesco Tanzi (Proprietario e A&R delle label Natura Viva e Natura Viva Black)
Ylenia Laconi (A&R della label Area 94)
Peppe Russo (titolare del Music on the Rocks di Positano)
Keller (Dj, Produttore e A&R della label Airplane Records!)
David Cicchella (titolare Samsara Beach Gallipoli, Riccione, Budva)
Pierangelo Mauri (Rappresentante SIAE e proprietario di Reshape Records e Di Più)
Diego Donati (dj, producer ed organizzatore di eventi)

Cos'è Meet Music in breve? 

Meet Music (www.meetmusic.it) è un meeting gratuito di tre giorni dedicato a chi vuol capire come si fa a diventare un dj professionista. La seconda edizione prende vita il dal 25 al 27 giugno 2018, al Teatro Fonderia Leopolda, nel cuore di Follonica (GR). Per partecipare basta iscriversi su www.meetmusic.it e poi scaricare il voucher da presentare all'ingresso. La location è d'eccezione, il mare di Follonica a due passi, per cui l'occasione sembra perfetta per parlare di musica, fare musica e poi rilassarsi. Sei ore di meeting al giorno, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 circa. Poi iniziano i party al Ganesh... Ad ideare la manifestazione è il dj producer toscano Luca Guerrieri. Facebook: https://www.facebook.com/meetmusic.it/Instagram: https://www.instagram.com/meet_music_/






/// from ltc lorenzo tiezzi comunicazione /// lorenzotiezzi.it: his res photos & infos /// please check alladiscoteca.com our clubbing blog /// +393393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it /// no spam: basta comunicati? rispondici UNSUBSCRIBE (decreto legislativo n. 196/2003) - (GDPR – Regolamento UE 2016/679) ///




Musicaeparole: 200 chilometri di divertimento in Puglia. Tra Salento e Ionio si balla



Musicaeparole: 200 chilometri di divertimento in Puglia. Tra Lecce e Taranto si balla

La Puglia è da sempre una delle zone d'Italia più interessanti per chi vuol vivere la vacanza perfetta: clima, cucina, mare ed un mix vincente di ospitalità e strutture di qualità fa si che i turisti la scelgano spesso. Chi però quando è in vacanza cerca anche musica e divertimento, sceglie la Puglia anche o sopratutto per le proposte di chi, come Musicaeparole, organizza eventi di livello assoluto. La qualità delle proposte dei party e di tutti gli spazi gestiti da questa organizzazione ha fatto si che Musicaeparole sia ormai un punto riferimento per i tanti giovani che d'estate vogliono ballare e rilassarsi a ritmo di musica. 

Da oltre 15 anni Musicaeparole infatti è tra le aziende europee di riferimento per quel che riguarda il divertimento legato al mondo della notte. Per l'estate 2018 gli appuntamenti spaziano lungo oltre 200 chilometri di coste pugliesi: In Salento, a Gallipoli (Lecce) ma pure a Castellaneta Marina (Taranto) passando per tante altre località tra cui Santa Cesarea (LE), grazie a Musicaeparole si balla con molti dei più importanti dj ed artisti live del pianeta, in locali che ogni estate fanno scatenare giovani provenienti da tutta Italia e spesso ormai anche da altri paesi europei.

I numeri contano: lo staff di Musicaeparole è formato da oltre 500 professionisti e durante la stagione estiva accoglie e fa divertire 500.000 turisti. Durante l'estate 2018 gli eventi organizzati da Musicaeparole sono addirittura 250, in tutta la Puglia. E' quantità di party semplicemente incredibile, che solo una struttura radicata sul territorio e consolidata nel tempo come Musicaeparole può organizzare.

Accanto a festival ormai già affermati come Popfest, dedicato al lato più pop della musica che fa ballare ed Il Grido!, perfetto per chi ama l'elettronica, durante l'estate 2018 si ballerà con il nuovo "Daytime". La location è quella del Gallipoli Resort. E' un tipo di proposta diversa dai party solo notturni, che vuol proporre un nuovo modo per vivere l'ora del tramonto. Daytime farà emozionare i giovani all'ora del tramonto, proponendo show unici che metteranno insieme colori, suoni e spesso grandi personaggi dello spettacolo. 

L'offerta artistica di Musicaeparole anche per l'estate 2018 è decisamente variegata. I 250 eventi in programma spaziano attraverso i diversi gusti musicali e le diverse età. Chi ama la musica elettronica potrà scatenarsi con top dj internazionali come Paul Kalkbrenner, Nina Kraviz, Marco Carola, Solomun, Joseph Capriati, Martinez Brothers, Ricardo Villalobos, Loco Dice, Jamie Jones, party come El Row...  Non mancano neppure dj set di Bob Sinclar, il Re del Salento, e quelli di altre ver star come Steve Angello, Nicky Romero, Gianluca Vacchi, Deejay Time, Gabry Ponte, DJ Antoine, Tujamo, Ofenbach e tanti altri. Anche per quello che riguarda i concerti e gli eventi live, le proposte sono eccellenti: BigMama, Willy William, J-AX, Gue Pequeno, Sfera Ebbasta, Pio e Amedeo, Gemitaiz, Shade, Baby K, Nitro, Malgioglio, Madman, Sick Luke e Achille Lauro e tanti altri faranno ballare il pubblico di Musicaeparole.

Tra i tanti locali coinvolti dagli eventi Musicaeparole, non possiamo non citare almeno la Praja di Gallipoli, una struttura unica in Italia, aperta 7 notti su 7 ed il Cave, anch'esso a Gallipoli. E' uno spazio perfetto per vivere grandi eventi. Lo storico Guendalina a Santa Cesarea Terme è conosciuto in tutta Europa, mentre alla vicina Pyrex Arena a Ferragosto prende vita un festival internazionale. L'altrettanto noto Clorophilla è invece situato a Castellaneta (Tarano): da vent'anni anni è un'icona internazionale del clubbing. Tra gli spazi Musicaeaparole c'è anche l'Albatros, un punto di ritrovo per un pubblico selezionato che propone eventi live e dj-set, mentre lo Yachting Club, a Taranto, è un celebre lido - discoteca dedicato a chi ama l'eleganza. Propone una eventi molto diversi tra loro, tutti dedicati a chi vuol divertirsi con stile.


Guendalina – Santa Cesarea Terme (LE): https://www.facebook.com/guendalinaofficial/ 
Pyrex Arena – Santa cesarea Terme (LE): https://www.facebook.com/pyrexarena/
Clorophilla – Castellaneta Marina (TA): https://www.facebook.com/clorophillaclub/ 
Albatros – Castellaneta Marina (TA): https://www.facebook.com/albatrosclub/ 

L’estate di IDOL, il nuovo party italiano che fa scatenare Sankeys a Ibiza e Cocoricò, Faruk & Principe Forte dei Marmi in Italia


L'estate  di IDOL, il nuovo party italiano che fa scatenare Sankeys a Ibiza e Cocoricò, Faruk & Principe Forte dei Marmi in Italia

Dal 3 luglio al 28 agosto, ogni martedì, a Ibiza, l'isola più hot del clubbing internazionale, si torna finalmente a ballare italiano. Al Sankeys di Playa d'en Bossa, la zona nevralgica delle disco, ogni settimana va infatti in scena IDOL. E' un party decisamente underground dal forte impatto visivo e musicale che prende vita in uno dei club underground di riferimento sull'isola e non solo. Sankeys infatti è una realtà presente anche a Manchester ed altrove come club, mentre a Londra ogni estate organizza anche un festival importante… E in Italia? IDOL prende vita in tre location d'eccezione: il Titilla, il mitico privè del Cocoricò, il Faruk in Versilia e pure la terrazza dello splendido Principe di Forte dei Marmi.

Come tutto ciò che prende vita ad Ibiza, IDOL è decisamente internazionale, ma il suo spirito è anche italiano. Tra gli organizzatori infatti c'è Colours of Sound, azienda italiana operante nel settore dell'intrattenimento musicale. Costituita da professionisti del settore (organizzazione, comunicazione e realizzazione di eventi), Colours of Sound ha iniziato la sua attività nell'estate 2017 organizzando un evento con Bob Sinclar in Liguria e crescendo via via fino appunto ad arrivare al Sankeys Ibiza con IDOL.

IDOL è un simbolo da seguire, il segno da cercare per chi cerca garanzia di divertimento in un mondo che verrà o che è già venuto. Più semplicemente, è un concept che vuol rappresentare un mix di buona musica e divertimento di qualità. IDOL si ispira ad IDOLO, un'opera di Paolo Fiorellini, artista originario di La Spezia. IDOLO è una creazione da cui è facile essere catturati, visto che le grandi statue metalliche sembrano venire da un'altra galassia, da un'altra dimensione, dal big bang da cui ebbe origine il mondo. IDOL è il party perfetto, una festa in cui tutto è un viaggio.

Chi partecipa ad un party IDOL viene trasportato nel futuro, una dimensione sonora piena di deep house e techno che fanno viaggiare. Il dj resident di IDOL al Sankeys Ibiza è Timo Maas, un artista che non ha certo bisogno di presentazioni, visto che tra un dj set e l'altro ha remixato pure brani dei Depeche Mode e Muse. E' lui, uno che ha trent'anni di esperienza ed un carisma unico in console,  a curare il ricco line up di ogni appuntamento settimanale. Spiccano già due dj italiani, Diego Donati e Dj King Joshua. Donati da circa10 anni produce Kunique, programma in onda m2o e fa parte del dj duo Donati & Amato: la loro musica ha collezionato supporti da top dj di tutto il mondo e nell'estate 2015 sono stati resident al Paradise di Mykonos.  King Joshua è invece un personaggio misterioso: da anni è un ghost producer di successo. Oggi è finalmente pronto a far ascoltare la sua musica al pubblico internazionale. E' stata poi annunciata la presenza in console anche di Alex Neri, leggenda italiana del mixer. Da solo o con i suoi Planet Funk, Alex Neri è un personaggio unico, visto che il suo sound è inconfondibile. Tra i dj guest di IDOL @ Sankeys Ibiza inveces vanno citati almeno nomi importanti come Dj Hell, Martin Buttrich, Sebastian Mullaert, Tiefschwarz, Matthew Herbert, Quibiko, Roman Flugel, Daniel Miller.

Ma IDOL non è solo musica: le grandi statue, il tema visivo dell'evento, sono protagoniste anche nell'allestimento multimediale del club. Tra schermi, palchi e console si fanno notare anche artisti e ballerini, per un'esperienza a tratti ancestrale, a tratti decisamente tecnologica.

Come accennavamo sopra, l'estate 2018 IDOL farà ballare anche diverse altre location, in Italia, tra Versilia e Romagna.

Dopo il primo evento italiano al Beach Cub Versilia di Cinquale / Forte dei Marmi (Lucca), dal 23/6 ogni sabato pomeriggio  dalle 17 alle 22 Tenax & Idol fanno scatenare il Faruk (Marina di Pietrasanta, LU). Guest dj del primo appuntamento Alex Neri, resident dj Diego Donati, Cole, King Joshua, Philip. Maggiori info qui: https://www.facebook.com/events/2007881026144244/  

Restando in Versilia, i dj di IDOL fanno emozionare ogni sabato all'ora dell'aperitivo (dalle 18 alle 21) anche il 67 Lounge Bar, ovvero la magnifica terrazza del Principe Forte dei Marmi, uno degli hotel di lusso di riferimento in Versilia. 

Dal 6 luglio IDOL fa invece ballare il Titilla, il mitico privè del Cocoricò di Riccione, ogni venerdì. Al mixer i dj resident Diego Donati e King Joshua, guest dj dell'opening Timo Maas. Info: https://www.facebook.com/events/175089566542883/ 


/// from ltc lorenzo tiezzi comunicazione /// lorenzotiezzi.it: his res photos & infos /// please check alladiscoteca.com our clubbing blog /// +393393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it /// no spam: basta comunicati? rispondici UNSUBSCRIBE (decreto legislativo n. 196/2003) - (GDPR – Regolamento UE 2016/679) ///




mercoledì 20 giugno 2018

Clindro - Manerbio (BS) dice stop alle cannucce monouso #EcoCannucce / MarevivoIMG_9666.jpg

Clindro - Manerbio (BS) dice stop alle cannucce monouso #EcoCannucce / Marevivo

Una cannuccia in plastica viene utilizzata mediamente per soli 15 minuti, ma per smaltirla occorrono 500 anni, fa sapere l'associazione Marevivo. Infatti, nonostante molti ancora non l'abbiano capito, la stragrande maggioranza delle cannucce, sono mono uso, non possono essere riciclate come le bottiglie in plastica e non sono neppure compostabili. Purtroppo, in tutto il mondo, ogni giorno si utilizzano ben un miliardo di cannucce, di cui 500 milioni solo negli Stati Unit (dati Plastic Pollution Coalition)... Purtroppo, le cannucce spesso finiscono in mare, anche in Europa, dove, sempre secondo Marevivo, sono tra i 5 rifiuti più raccolti sulle coste.  

Ecco perché Giovanni Braga Dettoni, proprietario di Cilindro Agri/Culture 
di Manerbio (BS), una grande discoteca estiva e del Dopolavoro, un cocktail bar situato nella stessa cittadina della bassa bresciana, ha detto basta e da questa stagione utilizza solo cannucce e pure bicchieri compostabili

"La plastica ci sta letteralmente sommergendo e sta avvelenando ecosistemi terrestri e marini. Ogni anno negli oceani del pianeta si riversano otto milioni di tonnellate di plastica, con conseguenze nefaste su tutta la catena alimentare", spiega  Giovanni Braga Dettoni. "Abbiamo deciso di aderire alla campagna di Marevivo perché riteniamo sia necessaria un'assunzione di responsabilità, soprattutto da parte di chi come una grande discoteca produce un notevole quantitativo di rifiuti".

Il Cilindro Agri/Culture è uno dei primi grandi locali italiani ad aderire a questa importante campagna. "Spero vivamente che tutti i miei colleghi aderiscano a questa iniziativa e che i Comuni per primi agevolino queste iniziative in quanto per salvaguardare l'ambiente la prima cosa che dovremmo fare è consumare meno plastica. Utilizzare materiale compostabile va in questa direzione", conclude Braga Dettoni, che auspica anche interventi incentivi e riduzioni di tasse per chi decide di non utilizzare più plastica monouso. La differenza di prezzo tra materiale monouso e materiale compostabile è infatti notevole.


Cilindro Agri/Culture
via Brescia 93, Manerbio (BS)
info 3882448583 
Cilindro su Facebook: goo.gl/ceWwD1




/// from ltc lorenzo tiezzi comunicazione /// lorenzotiezzi.it: his res photos & infos /// please check alladiscoteca.com our clubbing blog /// +393393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it /// no spam: basta comunicati? rispondici UNSUBSCRIBE (decreto legislativo n. 196/2003) - (GDPR – Regolamento UE 2016/679) ///



Seconda casa? Adesso la si cerca anche in città



Cambia il concetto di seconda casa, soprattutto per chi vive nelle grandi città; non più solo la tradizionale abitazione al mare o in montagna dove passare le vacanze, ma anche immobili da mettere a reddito nei capoluoghi. È questa una delle evidenze emerse dall’analisi di Facile.it e Mutui.it che hanno esaminato un campione di oltre 15.000 richieste di mutuo per acquisto* presentate tramite i due portali tra gennaio e dicembre 2017.
Se le domande di finanziamento destinate all’acquisto di una seconda casa rappresentano oggi circa il 7% del totale, aumentano rispetto ad un anno fa sia l’importo che gli aspiranti mutuatari hanno cercato di ottenere sia il valore degli immobili seconde case; nel 2017 la richiesta media per questa tipologia di mutuo è stata pari a 121.636 euro (+3,6% rispetto al 2016), mentre il valore medio degli immobili ha raggiunto i 191.691 euro (+4,7% rispetto al 2016).
«L’aumento dell’importo richiesto e del valore medio delle seconde case che gli aspiranti mutuatari hanno cercato di acquistare lo scorso anno è legato alle condizioni estremamente favorevoli del mercato», spiega Ivano Cresto, responsabile BU Mutui di Facile.it «Da un lato i tassi ai minimi storici e i prezzi degli immobili ancora stabili, dall’altro le importanti detrazioni fiscali cui possono usufruire i proprietari in caso di ristrutturazione dell’immobile».
Analizzando i dati su base territoriale emergono alcune differenze significative. Se, ad esempio, nelle Isole e in Toscana più di 9 richieste su 10 di mutuo seconda casa riguardano immobili costruiti all’interno dei confini regionali, la percentuale scende al 77% in Lombardia, al 75% per i richiedenti in Abruzzo, al 73,3% in Calabria e addirittura al 68,3% in Piemonte.
Queste differenze trovano spiegazione analizzando ulteriormente i dati; scendendo nel dettaglio, ad esempio, si scopre che, nel 9,5% dei casi i piemontesi acquistano case per le vacanze in Liguria e, forse spinti dal pendolarismo lavorativo o universitario, nel 6% dei casi cercano di comprare in Lombardia. Il garantire un’abitazione ai figli che studiano fuori è presumibilmente una motivazione ancora più forte in Calabria, dove è legato ad acquisti verso regioni come la Lombardia o l’Emilia Romagna circa un preventivo su cinque.
Che sia per sfruttare le opportunità offerte dal crescente settore degli affitti a breve termine o, come detto, per intercettare la richiesta dei fuorisede, è interessante notare che, nelle grandi città italiane, spesso la seconda casa è ad uso investimento.
È il caso di Milano, ad esempio, dove il 74% dei richiedenti mutuo per seconda casa punta ad acquistare un immobile in città, mentre solo il 17,8% cerca in un’altra regione. Situazione analoga a Roma, dove il 72,7% di coloro che si rivolgono ad una banca per un mutuo seconda casa intendono comprare in città, mentre solo il 14% delle richieste è legata a un immobile fuori dai confini regionali.


* Campione analizzato: 15.835 richieste di mutuo per acquisto raccolte tramite Facile.it e Mutui.it dall’1/1/2017 al 31/12/2017.